Anche i paperi piangono. Luigi Leonidi alla Galleria Davico


grazie

TOrino Cult... (TOC)

Tutti conosciamo Paperino. Tutti ci siamo identificati nelle sue disavventure, a cuor leggero, perché sapevamo che sarebbero finite bene. E se per Paperino non esistesse redenzione? Il pittore Luigi Leonidi ci presenta i suoi paperi desolati.

«Mi piaceva lavorare con Paperino, perché potevo riempirlo di botte, fargli male, farlo cadere da un precipizio. Mi divertivo un sacco con Paperino. Con Topolino sarebbe stato un po’ pericoloso, perché Topolino deve sempre aver ragione. Col papero avevo un personaggio comico e potevo trattarlo male e prendermi gioco di lui». Le parole con cui Carl Barks, l’Uomo dei paperi della Disney, parlava del suo personaggio più famoso in una delle sue ultime interviste, non mancano certo di sadismo, e chissà se anche dietro alle trasfigurazioni pittoriche del bolognese Luigi Leonidi – in mostra alla Galleria Davico di Torino, fino al 25 febbraio –, in cui  lo stesso papero appare inquieto, triste, desolato, forse più…

View original post 118 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...