alla ricerca di un posto fresco su “er treno de noantri” – cronache di una routine



Il 7 e 17 ormai è “il treno de noantri”. Hanno cioè riadattato le vecchie carrozze diligenza di cui ho parlato in precedenti post.

Giulio Fabio e io ci facciamo tutto il treno per approdare all’unico posto dove possiamo aprire il finestrino.

Giulio boccheggia, io mi metto in modalità stand-by (meno mi muovo o interagisco meno sento il caldo), Fabio ci prende in giro come al solito per le nostre lamentele.

Fabio ,che scende a Mestre, fa il gioco dell’ultimo secondo.

Gioca a farci venire l’ansia e prolunga i saluti quando il treno è arrivato in stazione. Mi fa prendere ogni volta un colpo perché sembra sempre che non farà in tempo a scendere allora io comincio a spingerlo e lui si diverte a perdere ancora tempo … Giulio dice di non badarci.

Ogni giorno più o meno così (ma in fondo mi ci diverto pure)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...