Devitalizzato


Ministoria di un dente cariato e di amicizie da treno

Osservatorio Linguistico Estemporaneo

“Tu hai troppe paure recondite”, mi dice il mio compagno di scompartimento mentre filiamo sospesi nel buio della campagna.

Non conosco il suo nome, perché non ci siamo mai presentati, ma so che è molto più puntuale di me (tutte le mattine arriva in stazione con largo anticipo) e che fa lo psicologo. E da quando l’ho scoperto, ne approfitto.

“Devi stanare i tuoi timori”, continua. In realtà, non ho dovuto forzarlo molto: ama il suo lavoro e ama chiacchierare, mentre io a quell’ora del mattino ho ancora le parole impastate dal sonno.

“Smascherali – incalza – Dagli un volto. Dagli un nome”.

Mi spiega che spesso temiamo ciò che non conosciamo e perché non lo conosciamo. Fear of the unknown: lo dicevano già Siouxsie and the Banshees, potrei rispondergli, ma credo che lui sia più per la musica classica.

“Ad esempio, ora nomina qualcosa che ti spaventa in questo…

View original post 253 altre parole

Annunci

One thought on “Devitalizzato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...