stiamo lavorando per voi ( o dovete lavorare per noi ?) – n.3 di oggi

Io e Capino ci siamo messe in testa di fare del cabaret ferroviario.

Oddio Cabaret è un termine proprio vecchio, ma poiché ci scriviamo dei testi e tentiamo di “recitarli” (io faccio la regia, Capino esegue e io ogni tanto la strillo perché mi piace tanto comandare) non so come chiamare questo esperimento di teatro.

Sarei tentata di fare quello che si dice un “call for papers” che detto come si mangia sarebbe: chi ha testi recitabili di carattere ferroviario, in considerazione della necessità che siano interpretati al massimo da due interpreti due (io e Capino) e possibilmente di sesso femminile, potrebbe sostenere l’iniziativa artistica inviando il proprio contributo

In cambio potremmo: citarlo come autore, invitarlo allo “spettacolino” (roba per soli inviti e per intimi, in una specie di bar con piccolo palco) o ringraziarlo più volte pubblicamente sul blog o… altro a suo piacere che sia nelle nostre disponibilità

dopo due mesi di assenza torno da voi con buona roba (1)

treno
questo il fotografo
dalla pagina fb Photography IS-Art II

altre qui sotto…

Questo slideshow richiede JavaScript.

.. E IN AMERICA… (tra i 10 viaggi in treno da fare…)

Seattle-Los Angeles.
Due delle più grandi città della West Coast statunitense sono collegate dal treno double decker (a due piani) Coast Starlight: in effetti si può definire stellare l’esperienza di “esplorare” le montagne, le foreste , le cascate, la High Sierra, L’Oceano Pacifico, San Francisco e Big Sur rimanendo comodamente seduti sul vostro bel sedile reclinabile. Tra i comfort il fatto che i bambini hanno modo divertirsi con i videogiochi nell’Arcade Room, e che pagando un piccolo extra si possono degustare vini e formaggi locali e persino assistere ad uno spettacolo teatrale!

per gli altri nove viaggi guarda qui

Questo slideshow richiede JavaScript.

poetic reblog – please stand behind the yellow line


rebloggato da hai da accendere

Il ragazzo con gli occhiali tondi tira fuori dalla tasca del trolley una busta bianca. La busta è un po’ sgualcita, senza francobollo né indirizzo; probabilmente è stata consegnata a mano, o infilata in valigia a sua insaputa. Nella busta ci sono tre fogli di quaderno, pieni di una scrittura fitta e tondeggiante, di grafia femminile. Il ragazzo inizia a leggere la lettera con la testa china sulle ginocchia, dove ha poggiato i fogli, che pure tiene stretti con le mani, come per attutire i sobbalzi delle rotaie, o del cuore, non so.

leggi tutto …

Nuovo orario – Capino s’impelliccia – un po’ di pubblicità agli EDS e ad altri blog

Ecco da qundo è in vigore l’orario cadenzato risparmio proprio un bel po’ di tempo.
Lo so, lo so noi della tratta Padova – Venezia siamo favoriti rispetto ad altri che invece con l’orario cadenzato il treno non ce l’hanno proprio, ma oggi sono un po’ egoista e vi partecipo del mio PIACERE…ieri al ritorno neanche mezzora… che dire?

Il blog trenodopotreno, nato come sfogatoio dei vari ritardi, è poi diventato una antologia di disegni articoli e tutto quel che riguarda treni metro e stazioni e strani compagni di viaggio.
Epperciò questo inizio anno, dopo aver doverosamente espresso il mio compiacimento per le novità del servizio sulla tratta suddetta non posso esimermi da un aggiornamento su “Capino”.

Capino, di cui già vi ho parlato, è una storica compagna di viaggio così chiamata per via della sua pelliccetta da battaglia (di cui ora vi allego testimonianza fotografica) da tutti noi definita un “capino” per tutte le occasioni.
Giustappunto l’ha riesumata (beh non è poi nemmeno tanto vecchia – la pelliccia intendo – si faceva un calcolo che quattro cinque anni li ha) e fa ancora la sua porca figura.

capino2
Ieri poi ha aggiunto un accessorio fashion ispirato alla stagione, all’abito BN, e in puro stile Frozen.
Oggi dunque Capino mi chiede se ho messo le sue foto sul blog.
E allora obbedisco, ma vorrei che almeno si iscrivesse tra i 127 (in realtà 125) followers
Per i miei 127 ma in realtà 125 followers segnalo che ho altri 3 blog principali

E qui mi faccio un po’ di pubblicità e soprattutto vorrei farla all’ultimo nato uenaim64, dove metto regolarmente gli EDS che sono esercizi di scrittura.

Questo NON perché li leggiate, ma per invitarvi a partecipare, perché per me sono una cosa bellissima, e, visto che spesso chi segue i blog ha un blog dove scrive e tra i blog che seguo molti sono notevoli, eccovi qua il link alla Donna Camél (mi raccomando l’accento) da cui parte l’iniziativa.Io l’ho appresa da Pendolante (altra bloggara di treni)

Ricapitolando
A) I treni ora vanno più veloci
B) Capino ha rispolverato la pelliccia
C) Guardatevi questi altri blog

  1. un film in quattro righe
  2. uenaim64 (dove ci sono gli EDS istigati dalla Donna Camèl
  3. pazziperigatti (se vi interessa una mappa dei catsitter e curiosità feline, ma è un po’ che non ci vo)

Dal Gazzettino di due giorni fa : Assurdo contratto tra Trenitalia e Regione: più rallenta i treni e più guadagna

La denuncia dell’Osservatorio della spesa: 10 minuti in più in 5 anni da Padova a Venezia.
Effetti della fatturazione oraria
(segnalato da Fabio, come al solito)

Treni lumaca

di Alda Vanzan
VENEZIA – Nel 2006 per andare da Padova a Mestre si impiegavano 28 minuti.
Cinque anni dopo, per la stessa percorrenza, con le stesse quattro fermate intermedie, si è saliti a 40 minuti. Dodici minuti in più.
Continua a leggere